Fumo e rischio cardiovascolare

Visite: 2062

Smettere di fumare abbassa il rischio di malattia coronarica nelle donne in postmenopausa, anche se l'eventuale aumento di peso può aumentare il rischio di diabete annacquando i benefici dell’astensione dal tabacco. Parola di Juhua Luo, ricercatrice dell’Indiana University School of Public Health e prima autrice di una lettera di ricerca pubblicata su Jama. «Il fumo è una causa importante di malattia cardiovascolare, e smetterlo ne riduce il rischio. Tuttavia, l'aumento di peso dopo la cessazione può alterare il metabolismo glucidico annullando o riducendo il vantaggio cardiovascolare derivato dall’aver sospeso le sigarette» spiega la ricercatrice. Alcuni studi indicano che l'associazione tra cessazione del tabacco e riduzione del rischio di eventi cardiovascolari non viene influenzata dall’aumento di peso nei non diabetici. Mancano invece dati sui pazienti diabetici, specie quelli con malattia coronarica (Chd).Per approfondire la questione Luo e colleghi hanno usato i dati della Women Health Iniziative, uno studio osservazionale lanciato nel 1991 che ha coinvolto 161.808 donne in postmenopausa,  valutando le correlazioni tra cessazione del fumo, aumento di peso e rischio di Chd con e senza diabete. «Le donne senza neoplasie o malattie cardiovascolari all’inizio dello studio sono state seguite fino alla diagnosi di Chd, alla data di morte, alla sospensione del follow-up, o al 30 settembre 2010, a seconda di quale tra questi eventi si verificava prima» spiega Luo. Delle oltre centomila partecipanti, 3.381 hanno sviluppato con il tempo una malattia coronarica, e i ricercatori hanno scoperto che la cessazione del fumo si associa a un rischio minore di Chd sia in presenza sia in assenza di diabete. «Va comunque sottolineato che l’aumento di peso spesso indotto dal cessare il fumo indebolisce il legame, specie nelle diabetiche che hanno preso 5 chili o più» dice la ricercatrice. E conclude: «Dato che allo studio hanno partecipato solo donne in postmenopausa, potrebbero servire ulteriori ricerche per definire meglio i legami tra fumo, peso, diabete e Chd».

 

Jama July 3, 2013 Volume 310, Number 1 pag 94-96

Joomla 1.6 Template by sinci

Blister Online